woman_window

Storie di Virus, Batman e raggi congelanti

Cari Amici,

ho iniziato più e più volte a scrivervi… e più e più volte allo stesso modo ho cancellato tutto, indecisa tra l’inviarvi uno dei tanti “bollettini” riguardo quanto stiamo vivendo, condito di consigli e raccomandazioni, o aprirvi il mio cuore e parlarvi del perché per quanto capisca perfettamente la serietà della situazione e la rispetti seguendo scrupolosamente tutte le indicazioni che ci vengono date, siano comunque ancora sentimenti come calma, positività, pazienza e fiducia a riempire le mie giornate.

Chi mi conosce (voi pian piano lo scoprirete) sa che nel mio essere un po’ Alice nel Paese delle Meraviglie, un po’ Cappellaio Matto, un po’ Wonder Woman (come tutte le donne del resto) oltre che animata dallo spirito tragicomico del Ragionier Fantozzi… in me sono il più delle volte il cuore e la passione a prevalere sulla ragione…

Quindi ho deciso di raccontarvi che…

Più o meno 6 anni fa, in un periodo in cui ero come sempre in giro per il mondo in mille faccende affaccendata, in un periodo in cui mi sentivo appagata, felice, realizzata, in piena forma,… all’improvviso la mia vita perfetta” ha subito una brusca battuta d’arresto.

Una gomitata presa per caso giocando, il gatto che si appoggiava sempre su quel punto dolorante e che mi soffiava addosso se provavo a spostarlo, un controllo di routine fatto “tanto per…”, … ed una diagnosi che mi ha investita come il raggio congelante di Batman… lasciandomi completamente pietrificata mentre il mondo andava avanti come sempre. No non poteva succedere a me… impossibile…

E invece succede… ed è successo che…

Per un anno il tempo è stato scandito da momenti di forzata inattività, da senso d’impotenza, d’incertezza, di paura…. MA anche da gioie inaspettate, da momenti buffi nella loro tragicità, da grandi consolidate e nuove sorprendenti amicizie… è stato scandito dall’amore e da una gran voglia di vivere.

Poi tutto pian piano si è fortunatamente risolto…

A volte mi chiedono se quest’esperienza mi abbia cambiata… e me lo sono chiesta anche io per diverso tempo… ma no… non mi ha cambiata caratterialmente… sono sempre io… sempre con la valigia pronta, con mille progetti… sempre “la zia matta” come dice mia nipote 😊

Ho forse aggiunto (come capita a tutti per svariati motivi) un po’ di quell’esperienza di vita di cui uno farebbe anche volentieri a meno… quelle esperienze come quando mia nonna pettinandomi con un vecchio pettine di plastica mi strappava tutti i capelli canticchiando “se bella vuoi apparire… un po’ devi soffrire”… eh si grazie al cavolo!

Quello che è certo è che…

Quella brutta vicenda ha definitivamente modificato la mia percezione rispetto a molte cose…

Per esempio che anche se hai 30 anni o meno e sei una persona buona… Batman ed il suo raggio congelante sono sempre dietro l’angolo e potrebbero colpirti per errore in qualsiasi momento…

Che una fatalità transitoria per alcuni può essere invece la tragica quotidianità di altri e dobbiamo quindi essere pazienti e comprensivi… altro che “un po’ devi soffrire”… per molte persone sono pettinate rustiche e scalpi tutti i giorni ragazzi!

Cari amici vorrei dirvi che…

In questo momento così difficile per tutti, spero tanto quando tutto sarà passato (e passerà ne sono certa), rimanga in voi, un pizzico di consapevolezza in più, di valore e rispetto per la vita e per quanto diamo umanamente ingenuamente per scontato….

Le nostre “Green Guide” ed io, attraverso i nostri profili social vi terremo compagnia con un po’ di idee per il vostro tempo libero… stay tuned!

Continuiamo inoltre a lavorare per creare e potervi offrire nuovamente al più presto incredibili ed entusiasmanti “Green Experience”.

Abbiate cura di voi…

A.
Be Free Go Green Founder

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest